Zehn Kleine Gutestunde #15

10 contenuti notevoli per me curati, letti, ascoltati, visti e commentati

Il ministero che non dovrebbe esistere, tanti podcast, la cultura con cui si mangia, le figure, SanPa, Daft Punk e la verità è che non succede niente.
  1. C’è stato uno sciopero generale, il 16 dicembre. Sciopero generale vuol dire che tutti i comparti hanno aderito. I sindacati che l’hanno organizzato sono stati CGIL e UIL. È molto importante che ci siano gli scioperi, soprattutto perché le condizioni lavorative in Italia sono pessime e tante categorie sono fragilissime nel mercato del lavoro, soprattutto giovani e donne. Scendere in piazza a manifestare è – almeno dovrebbe essere – un’azione sociale che va al di là della giornata di sciopero, perché spero che vengano immaginate soluzioni e proposte per migliorare le condizioni di lavoro.
  2. Ci si prova a crearsi nuove abitudini e per tante settimane lo è stata. Ho provato a cambiare e sono tornato, parzialmente, sui miei passi. Mi rende abbastanza orgoglioso, perché è un impegno che sto riuscendo a mantenere: la newsletter di Aidoru adesso esce ogni due settimane, di martedì, alle 20.00. Racconto parte del mio lavoro, ma ancora di più il lavoro delle persone che compongono Aidoru, gli artisti e le artiste che creano e promuovono cultura. Per iscriversi, si può andare sul sito di Aidoru e si possono leggere quelle passate qui.
  3. Nuove abitudini che cominciano sono, anche, i programmi radiofonici. Mi hanno convinto Federico, Annalisa e Chiara, a tornare in diretta, nella radio da cui sono partito e a cui torno sempre, cioé Uniradio Cesena, per fare un programma che si chiama Malamente. Ora siamo in pausa per le ferie di Natale, ma abbiamo fatto, finora, 7 puntate che spaccano, con tante notizie, tante risate, musica bellissima. Le puntate sono, anche, QUI. Ripartiremo a gennaio e lo saprete!
  4. Un’altra ormai abitudine (e la difficoltà, secondo me, è proprio avere continuità in queste cose) sono i podcast di Sinapsyche. Abbiamo creato un nuovo format, Beata Gioventù Bla Bla Bla, soprattutto per scardinare la narrazione parziale e fallace sulle giovani generazioni considerate pigre, ignoranti e incapaci, quando probabilmente anche le generazioni più “adulte” dovrebbero mettersi molto meglio e molto di più in discussione. In ogni caso, trovate gli episodi anche qui. Le puntate escono di mercoledì, più o meno ogni due settimane (riprendiamo a metà gennaio, ma intanto potete recuperare le puntate vecchie).
  5. Altra abitudine a cui mi sto affezionando e che, ormai, sono nove mesi che va avanti: ogni mercoledì (anche nei giorni di festa) esce il giornale radio settimanale di RadioMed, il podcast legato a Mediterranea Saving Humans. Lo trovate su Spreaker, Spotify, ma anche sulla home del sito di Mediterranea e sul sito di NEU Radio. È un piccolo contributo, per essere informati e aggiornati sui temi della migrazione del Mediterraneo, dell’Europa e del mondo. Un pezzetto di consapevolezza da condividere.
  6. A proposito di contributi e di radio, da poco più di un mese ho cominciato, con Eugenio di Uniradio, a guidare un laboratorio di radiofonia all’istituto professionale Versari-Macrelli di Cesena. È un gruppo eterogeneo di ragazze e ragazzi, dalla prima alla quinta e di diversi indirizzi. È un’esperienza altamente formativa prima di tutto per me, con l’obiettivo di rendere il gruppo nella creazione di un podcast. Davvero una gran bella roba!
  7. Molte scuole, nei giorni prima di Natale, sono state occupate. Studentesse e studenti chiedono un approccio migliore alla didattica, ma soprattutto ogni scuola ha le sue esigenze e le sue carenze in spazi, attrezzature, personale. In generale, è evidente che la scuola sia stata capace di creare la DAD praticamente dal nulla, ma i problemi vengono da ben prima della pandemia di coronavirus, con edifici fatiscenti, classi troppo numerose, programmi scolastici mai aggiornati, modalità didattiche non più adeguate a questi tempi, troppo peso al voto numerico e a una finta meritocrazia. La scuola andrebbe messa in discussione, seriamente, ma ogni volta, in ogni governo, non si riesce a fare nulla di sistemico. Dicono che il prof.Bianchi, attuale ministro all’istruzione, sia un ottimo teorico, vedremo se nella pratica si riuscirà a far qualcosa.
  8. Ho visto un film, abbastanza a caso, perché dovevo verificare che un lettore esterno per DVD funzionasse ancora. E tra quei pochi DVD che ho e che non avevo ancora visto, c’è Before Your Eyes (o Min Dît), film turco che scegliemmo chissà quanti anni fa per un cineforum di Analysis, l’associazione studentesca della facoltà di psicologia di Cesena. Era una rassegna con film in lingua originale e quell’anno, il 2012, il tema era la condizione giovanile da diverse prospettive. Before Your Eyes è un gran film e l’ho visto in lingua originale, il turco, con sottotitoli in inglese. Racconta con lucidità la povertà e le strategie di bambine e bambini e di giovani per provare a uscirne, sconfinando facilmente nell’illegalità. Straconsigliato. Se avete bisogno del DVD ve lo presto.
  9. Ogni anno creo una playlist su Spotify: nel 2021 l’ho intitolata Arrocco come caos organizzato. Mi piace molto, sono 466 canzoni per 29 ore e 38 minuti di musica.
  10. Sempre sulla musica, c’è stato un bellissimo progetto curato da VistaMare e Approdi in collaborazione con Aidoru e con il contributo del Progetto Giovani del Comune di Cesena. In sostanza, sono stati girati 3 video musicali con giovani artisti di Cesena (Bremo, Doansai e Edgar); le location scelte sono state un modo per raccontare l’ultimo anno e mezzo che anche per gli artisti e per il mondo culturale è stato difficilissimo, forse ancora di più rispetto ad altre categorie. Perciò sono stati realizzati i video di 2020, Spesa fantastica e Arance.

Altro (parola della settimana): lustro. Metto lustro, perchè c’entra con un’altra sezione di questo sito, che ho ripreso dopo un lustro e che spero dia lustro a questo spazio.

Altro (parola della settimana): lustro. Metto lustro, perchè c’entra con un’altra sezione di questo sito, che ho ripreso dopo un lustro e che spero dia lustro a questo spazio.

Un abbraccio senza contumelie,
Danilo
ZKG#15

Immagine di copertina: la casa dell’amore a Cesena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...