Fondamentalmente – Follemente marzo 2012

Le parole sono multiformi, ci sono parole che fanno ridere, parole sbagliate o inopportune, parole che fanno male, parole sconosciute… Voltaire, in un notissimo aforisma, scriveva: “Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita perché tu la possa esprimere liberamente”; evidentemente, noi non saremmo pronti a farci ammazzare per farvi scrivere qui, ma l’importanza di poter dire, scrivere, cantare, disegnare ciò che si pensa è fondamentale; ormai è un diritto acquisito, un diritto conquistato nei secoli scorsi – e ancora messo in dubbio da governi “sparsi per il mondo”… – con le rivoluzioni, le lotte, la stampa clandestina e il ciclostile.

Le parole sono il mezzo principe della comunicazione, ma ci sono individui che sanno molto bene come e quando usare le parole e altri che non riescono proprio a capire il momento giusto. Esse, quindi, hanno la funzione di comunicare qualcosa, le parole hanno bisogno del contenuto per essere, parole usate per pura forma perdono di significato, perdono la loro linfa. Sarà per formazione o per educazione, ma io ritengo necessario, nel rispetto dell’altro, essere in grado di capire il momento giusto in cui parlare, innanzitutto, e anche il momento giusto in cui poter iniziare a scherzare, a ridere o essere sarcastici: non posso prendere per i fondelli il primo perfetto sconosciuto, devo essere sicuro della stima reciproca, per farmi insultare e per insultare.

Di pari passo al linguaggio, c’è anche la capacità di ascoltare, dare la possibilità all’altro di poterti dire quello che pensa: sicuramente chi ha avuto la possibilità di esprimersi, si ricorderà di chi gli ha dato lo spazio e il tempo di parlare. Le parole sono legate indissolubilmente a chi le pronuncia: parole semplici possono assumere un significato molto importante se a parlare sono persone significative. Inoltre, ci sono parole dense di significato, intrise di storia e quando si pronunciano, è obbligatorio conoscere questa storia, o, almeno, bisogna pronunciarle con riverenza e cautela. Le parole possono essere brutali per contenuto, per forma o per momento giusto/sbagliato: una sola di queste caratteristiche può rendere una parola fantastica o totalmente inappropriata. Anche i momenti fondamentali della vita sono fatti di parole e, in questo momento, penso a una tesi di laurea di un grandissimo amico, a quando arrivi a leggere i ringraziamenti e ti accorgi che quel tuo grandissimo amico ti ha citato, si è ricordato di te per aver ascoltato il suo discorso per qualche giorno, per aver fatto insieme progetti fantasiosi sulla conquista del mondo. Con questo piccolo discorso sulle parole vorrei sottolineare che queste sono fondamentali per i nostri rapporti sociali: una parola come “scusa” può risolvere, allorché venga pronunciata, una situazione; delle parole di scherno al momento sbagliato possono completamente distruggere un’amicizia; parole di conforto possono aiutare una persona speciale a superare un momento difficile; infine, parole non dette possono dissolvere delle aspettative, possono far perdere l’occasione della vita. Esprimere ciò che si ha dentro, ciò che si prova, ciò che si pensa, sempre nel rispetto di chi si ha di fronte, può essere semplice, ma la paura del fallimento, del rifiuto, può bloccare; effettivamente anch’io ho delle difficoltà nel parlare, ma è un ostacolo del tutto sormontabile, con un po’ di pratica, trovando occasione di parlare in pubblico e non solo più nella ristretta cerchia dei più grandi amici. Tutte queste parole scritte e, spero, anche lette sono un invito a parlare e a usare i mezzi a disposizione per farlo, perché non dobbiamo dimenticarci che non sempre la possibilità di criticare, di suggerire le nostre idee è data per scontata. Le nostre idee devono essere importanti e l’unico modo per renderle tali è dirle al mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...