“Ma poi chi è Propp???”

A volte mi capita di dare ripetizioni a una ragazza di 16 anni che frequenta il liceo. Qualche giorno fa mi ha mandato una nota vocale, non ci sentivamo da settembre praticamente. Mi ha detto:”Danilo, devo fare un saggio breve e non so da dove cominciare”. Continua a leggere “Ma poi chi è Propp???”

Annunci

Usiamolo in modo intelligente

Lo teniamo sempre in mano, lo tocchiamo, lo accarezziamo, lo sfioriamo con le dita, gli parliamo.
E lo usiamo per tante altre cose: leggere, scrivere, guardare. Chi non ha uno smartphone, ormai, è fuori dal mondo. Gli smartphone non sono strumenti del demonio, sono fermamente convinto che il problema non è (quasi) mai nell’oggetto, ma nell’uso che ne facciamo.  Continua a leggere Usiamolo in modo intelligente

La percezione di sé verso il lavoro e l’occupabilità

Il lavoro è molto importante per l’individuo: è un modo per costruirsi una parte importante dell’identità (in questo caso si parla di identità professionale), è il mezzo per contribuire all’economia familiare (e sappiamo quanto è importante la famiglia nella nostra cultura), è la testimonianza di avere un ruolo nella società.

Avere un lavoro consente di accrescere il proprio senso di responsabilità, di mostrare le proprie abilità professionali e di alimentare la propria autostima.
In poche parole, il lavoro contribuisce al benessere psicofisico dell’individuo. Continua a leggere La percezione di sé verso il lavoro e l’occupabilità

Regalare un libro

Il Natale, che ci crediate o no, è davvero imminente.
I regali hanno sempre un significato, sia per chi dona sia per chi riceve.
La tipologia del dono, in qualche modo, aiuta anche a definire il rapporto con l’altra persona e quanto questa persona sia importante per noi.

Qualche mese fa, direi marzo all’incirca, regalai un libro a una persona. Continua a leggere Regalare un libro

Gufi e allodole: interazioni sociali

I nostri ritmi di sonno-veglia (ritmi circadiani) influenzano la nostra vita per molti aspetti, tra cui il benessere psicofisico. Tutti impariamo a conoscere i nostri ritmi, i momenti in cui siamo più efficienti e riusciamo a lavorare meglio. Alcuni preferiscono alzarsi dal letto più tardi e andare, poi, a dormire in nottata. Altri, invece, preferiscono svegliarsi presto e, inevitabilmente, andare a dormire prima. Continua a leggere Gufi e allodole: interazioni sociali

Un piccolo suggerimento per la gestione dei conflitti

I conflitti possono presentarsi in molte situazioni quotidiane: in un rapporto professionale, tra amici, in una coppia, tra coinquilini, durante una riunione. Le fonti del conflitto sono causate da una divergenza e/o un disaccordo. In ambito organizzativo, spesso ci possono essere differenze tra gli obiettivi dell’organizzazione e gli obiettivi dell’individuo, ma i conflitti possono essere generati anche da divergenze sul potere, sui valori o sui bisogni. Se il conflitto si basa sulle modalità per raggiungere gli obiettivi, sarà più facile trovare un punto di incontro rispetto a differenze legate agli obiettivi stessi.

Continua a leggere Un piccolo suggerimento per la gestione dei conflitti

Questo è il mese di Movember

 

Gli uomini vivono in media 6 anni in meno rispetto alle donne. 
Le cause possono essere tante e diverse, ma forse si sa ancora troppo poco riguardo morti premature causate da patologie “maschili”, come il cancro ai testicoli o il cancro alla prostata, o da problematiche legate al benessere psicofisico. Per diffondere una maggiore consapevolezza e raccogliere fondi per la ricerca, nel 2003 è nata la fondazione Movember. Continua a leggere Questo è il mese di Movember