Zehn kleine gutestunde 5

10 piccoli contenuti notevoli curati, letti, ascoltati, visti o, un po’, commentati

Reddito di cittadinanza, link utili per capire come spostarsi, Balotelli, un progetto di Aidoru e Volume, le miniserie podcast sulle emozioni con relative playlist, le canzoni e Fibonacci, le discussioni sul tempo del lavoro, le quinte superiori, la comunicazione inclusiva.
  1. Avevo già parlato del Reddito di Cittadinanza, ma continuo a trovare contenuti interessanti, in cui si prova a capire cosa non funziona e si provano a dare numeri obiettivamente, senza ammantare politicamente le statistiche. Questo è di The Vision, giornale online che ritengo molto valido.
  2. Una delle domande che sta affligendo una buona parte di fuori sede è “posso tornare a casa dalla famiglia? Ho limiti di date?”. Altri hanno trovato una soluzione valida, se pur drastica: si fanno il Natale nelle città dove studiano e/o lavorano. Comunque, per dare un supporto alla prima parte, consiglio il sito del governo che nella sezione delle FAQ sul COVID ha una mappa più o meno interattiva con le Regioni colorate. Per chi, invece, è all’estero i riferimenti sono esteri.it o Viaggiare Sicuri (sito del Ministero degli Esteri sempre affidabile per eventuali viaggi all’estero).
  3. Una notizia che ingarbuglia una serie di stati d’animo: Balotelli va al Monza, cioè nella squadra il cui proprietario è Berlusconi e il massimo dirigente è Adriano Galliani. Chissà se funzionerà. Balotelli ormai ha trent’anni e sicuramente ha espresso una parte infinitesimale delle sue potenzialità. In ogni caso, la prima fonte della notizia è stata sportellate.it, un portale di calcio molto interessante che racconta anche del mio modo di “vedere” il calcio, cioè leggerne, spesso nei giorni successivi alle partite.
  4. Volume, il punto ristoro del Campus di Cesena gestito da Aidoru, ha lanciato una campagna, un modo per raccontarsi e raccontare le persone dello staff. Questo progetto si chiama IN VISO, per scoprire i volti e anche, un po’, le personalità. La scorsa settimana è stato il mio turno e Federico mi ha raccontato così.
  5. Le miniserie sono fantastiche. Ne abbiamo fatte due anche con Sinapsyche. Una di queste è l’audioguida intergalattica alle emozioni umane, basata sugli articoli pubblicati. È uscito l’ultimo episodio della prima stagione: la tristezza. E capiamo quanto possa essere importante avere a disposizione anche questa emozione. Così, dopo cinque episodi, abbiamo anche a disposizione una playlist composta da venticinque canzoni, quasi due ore di canzoni che parlano di emozioni o suscitano, almeno secondo noi, le emozioni di cui abbiamo parlato.
  6. Curiosità musicale: nella traccia Lateralus dell’omonimo album dei Tool, si usano “le sillabe per formare i primi sei numeri della successione di Fibonacci, poi si torna indietro al primo e continua fino al settimo per tornare infine indietro fino al quarto” (fonte Wikipedia e il mio coinquilino). Io c’ho capito fino a un certo punto, ma sti magheggi matematici sono molto interessanti se applicati alla musica e, soprattutto, si capiscono molto meglio ascoltando.
  7. Il 9 dicembre: evento online di Fondamenta! Con Giorgio Maran, autore del libro “Il tempo non è denaro: perchè la settimana di quattro giorni è urgente e necessaria” converserà il buon Damiano Censi e capiremo insieme se è fattibile pensare di accorciare la settimana lavorativa (in quel concetto riassumibile in “lavorare meno lavorare tutti”) oppure se le priorità del lavoro sono altre.
  8. Venerdì scorso ho finito i miei incontri – almeno per il 2020 – con le quinte superiori. Mi sono ritrovato a parlare di stress con ragazze e ragazzi che stanno vivendo un passaggio fondamentale della crescita, il diploma, in uno degli anni più assurdi dell’umanità. Ho notato molta voglia di essere ascoltati e di raccontarsi, ma anche di ascoltare e, soprattutto, un’enorme capacità di collaborazione in situazioni nuove e, a volte, difficili per tutti. Un’esperienza incredibile e una parte del mio lavoro che ho apprezzato molto.
  9. Glaad, una piattaforma online che tratta del linguaggio inclusivo e di genere, ha pubblicato una guida per giornalisti/e, soprattutto a seguito della narrazione, spesso confusa, sull’annuncio di Elliot Page. Molti giornali raccontano eufestimicamente in modo confuso (e, a volte, in modo offensivo e discriminante) il mondo transgender e non binario. Per una traduzione in italiano della guida di Glaad, ho scoperto Unpopculture.
  10. Oggi uscirà sulle pagine di Social di Sinapsyche il Weekly flashback, una mia idea per raccontare i contenuti della settimana trascorsa! Di solito, mi vesto bene.

Altro (parola della settimana): chincaglieria. Parola che forse non userò mai, ma che ho letto o sentito chissà dove. Una definizione è: “Soprammobile, oggetto di bigiotteria di cattivo gusto e di nessun valore: un negozio di chincaglierie

Un abbraccio di valore,
Danilo
ZKG#5

Immagine di copertina: una specie di chincaglieria, un soprammobile musicale, credo riproduca la colonna sonora di Love Story, film del 1970.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...